12 Giu 2017
canada importatore vino italiano

Con 4,1 milioni di ettolitri, il Canada si piazza come sesto mercato mondiale per importazione di vino, con l’Italia che risulta primo esportatore in volume

Con 4,1 milioni di ettolitri annui il Canada è complessivamente il sesto mercato nel mondo per importazione di vino, quinto importatore a livello globale per gli imbottigliati, sesto per gli spumanti e secondo per velocità di crescita nel mondo. L’Italia nel mercato canadese è attualmente il primo paese esportatore in volumi, con una quota del 17,7% con 730 mila ettolitri. Per il 2018 è prevista un’ulteriore crescita di oltre 10 punti percentuale.

A dare altro impulso all’export nel paese è l’accordo Ue-Canada Ceta, che dovrebbe entrare in vigore in via provvisoria già questa estate e che permetterà per il settore dei vini e delle bevande alcoliche l’abolizione dei dazi e faciliterà la protezione delle indicazioni geografiche. Di contro le realtà italiane interessate a esportare i propri prodotti in Canada devono fare i conti con un sistema di carattere monopolistico e differenziato a seconda delle varie regioni del paese. Tra queste il Quebec, dove il vino rappresenta il 43% dei consumi di bevande alcoliche, rispetto a una media nazionale del 31%.

FONTE: vignaecantina.it